fbpx

“L’Ospedale Arriva fino a Casa” un sogno che diventa realtà

Cremona, 31 luglio 2020 Associazione Giorgio Conti sosterrà per i prossimi tre anni Fondazione Buzzi, realtà impegnata a garantire a tutti i bambini malati che accedono ogni giorno all’ospedale Buzzi di Milano il diritto alla salute, alla miglior cura e all’assistenza, con una donazione di 150.000 euro a favore del progetto “L’ospedale arriva fino a casa”.

“L’Ospedale arriva fino a casa” è un progetto sperimentale ideato da Fondazione Buzzi, che si ripropone di assicurare ai bambini affetti da malattie croniche gravi ricoverati nel corso dell’anno nel reparto di Terapia Intensiva dell’ospedale Buzzi di Milano, di poter ricevere gratuitamente le cure più adeguate restando nel calore della propria casa e tra l’affetto dei familiari. Si tratta di bambini che hanno bisogni complessi e che necessitano di cure palliative pediatriche e di assistenza medica specialistica costante a casa oltre che di controlli periodici in ospedale.

“Vogliamo dare un contribuito concreto a sostegno dei tanti bambini fragili ed essere vicini a tutte le famiglie su cui grava l’impegno della cura ed il peso della malattia – ha dichiarato Adriana Rinaldi, Presidente di Associazione Giorgio Conti Onlus- I caregiver familiari, un welfare invisibile fatto di madri, padri che si prendono cura dei loro figli con disabilità gravi. Ed è proprio su questo aspetto che Associazione Giorgio Conti sosterrà Fondazione Buzzi, ideatrice del progetto sperimentale, per rafforzare l’intervento a domicilio e contribuire ad allargare, nel corso del secondo e terzo anno il perimetro d’azione ed il numero di bambini beneficiari, estendendo il progetto oltre i confini della città di Milano”.

Un tablet donato a tutti i pazienti target del progetto al momento della dimissione, con il quale i bambini e le famiglie potranno comunicare a distanza con i medici del reparto, con i propri amici e compagni ed insegnanti. Il sostegno – nel corso del secondo e del terzo anno – al lavoro di un’equipe multidisciplinare composta da un infermiere e da un fisioterapista, che si recheranno al domicilio del paziente e potranno essere di supporto ai caregiver.

Il progetto sarà avviato su un target di 50 bambini di Milano con l’obiettivo, grazie anche al sostegno di Associazione Giorgio Conti, di poter estendere il progetto anche in altre città della regione Lombardia.

Stefano Simontacchi – Presidente di Fondazione per l’Ospedale dei bambini Buzzi – ringrazia così: “Siamo orgogliosi che Associazione Giorgio Conti Onlus abbia scelto Fondazione Buzzi come partner per lo sviluppo di una collaborazione triennale. Il contributo di Associazione Giorgio Conti si aggiunge a quello di Fondazione Comunità Milano, che ha contribuito alla fase di start up, e consentirà a Fondazione Buzzi di completare il modello di intervento già avviato dall’Ospedale Buzzi in tema di cure palliative pediatriche. Offrire anche ai piccoli pazienti inguaribili la possibilità di rimanere a domicilio, con la garanzia di poter ricevere le migliori cure e permettendo così di vivere nel proprio ambiente famigliare, certamente più intimo rispetto a quello dell’Ospedale, rappresenta un aiuto sostanziale nel migliorare la qualità di una vita sofferta”. 

Il sostegno dell’Associazione Giorgio Conti Onlus non si limiterà al progetto “L’Ospedale arriva fino a casa” ma si estenderà anche a beneficio di tutti i pazienti dell’ospedale Buzzi di Milano grazie alla donazione della tecnologia che consentirà di estendere la rete Wi-Fi a tutti i reparti non ancora raggiunti da copertura. Un contributo importante che consentirà ai piccoli pazienti dell’ospedale Buzzi di poter mantenere i contatti con il mondo esterno, ed in particolare con la scuola, i compagni e la famiglia.  

In Italia sono 11.000 i bambini che soffrono di una malattia cronica rara grave. Rara perché colpisce 1 bambino su 2.000, grave perché per vivere necessitano di supporti ventilatori. Di questi, circa 150 provenienti da tutta Italia, vengono seguiti e ricoverati nel corso dell’anno all’interno del reparto di Terapia Intensiva dell’ospedale Buzzi di Milano. Si tratta di bambini con bisogni complessi: non riescono a muoversi, vedere, comprendere e respirare e per questo necessitano di assistenza medica specialistica costante e di controlli periodici.

Dona Ora

Vai all'argomento successivo o al precedente, cliccando le immagini qui sotto

Vai all'articolo precedente

Perché è importante avere un grande Ospedale dei bambini

Vai all'articolo precedente

Fondazione Buzzi ed Esselunga insieme per le neo mamme del Buzzi

Concept by Diagon srl.
×

Condividi questa pagina

Ci aiuterai a far crescere li nuovo Ospedale dei bambini di Milano